vai alla home del sitovai alla home del sito vai alla home del sito

Piano di lavoro

Fase 0 - Le Premesse • Fase 1 - L'avvioFase 2 - La crescitaFase 3 - L'espansione


Fase 0 - Le Premesse


Realizzare e implementare un nuovo Sito di servizi formativi e informativi per il mondo educational; uno strumento per far conoscere la storia, la metodologia e i progetti dell’Istituto; e per far testare, con un caso esemplare, cosa oggi l’Istituto è in grado di fare

Questa fase preliminare fa seguito a un lungo periodo di silenzio, in cui ci siamo concentrati sulla progettazione e sullo sviluppo di una piattaforma metodologica e tecnologica adatta a trasferire online tutta l’attività dell’Istituto.
Il nuovo Sito richiede un nuovo sforzo ulteriore per implementarlo, ripensando tutto quanto fin qui concepito e realizzato prevalentemente per la distribuzione offline. Ma è opportuno anche prevedere iniziative per presentarlo, soprattutto a quanti non hanno avuto modo, fino ad ora, di essere aggiornati sul suo stato di avanzamento; solo chi ha collaborato direttamente alle nostre attività sa che, pur senza darne adeguata informazione, abbiano continuato a studiare e a sperimentare nuovi servizi per i nostri utenti, in preparazione di una conversione online necessaria per rendere ora l’Istituto più visibile e operativo nei confronti di un’utenza nazionale e internazionale.
Il nuovo Sito è stato studiato appositamente per distribuire attraverso la rete i nostri complessi servizi per il mondo educational; per fornire a insegnanti, studenti e autori nuovi potenti strumenti di studio; per formare i nostri nuovi potenziali utenti e collaboratori; per informare su quanto da noi elaborato in oltre trenta anni di attività.
La presentazione del nuovo Sito è anche l’occasione per far testare il primo Prototipo di «Sistema Ipermediale E-learning fruibile completamente online»; un prototipo di nuova concezione a cui abbiamo dedicato tutte le nostre risorse in questi ultimi anni, avendo come obiettivo quello di creare un modello logico e tecnologico di riferimento per ogni titolo che verrà sviluppato successivamente.
Il nuovo Sito e il primo Prototipo sono le condizioni indispensabili per riuscire ad attrarre potenziali partner, sostenitori, e promotori intorno a un piano sistematico di produzione dei «Sistemi Ipermediali E-learning»; un piano che prevede la loro distribuzione in programmi formativi e didattici che rivolgeremo - in partnership con Enti Culturali ed Educativi - a un’utenza nazionale e internazionale interessata a sperimentare e ad adottare nuovi sistemi di apprendimento.
Il nuovo Sito, a cui lavoriamo da anni, va infatti considerato come lo strumento più idoneo per diffondere la nostra proposta di «E-elearning reticolare online»; una proposta che valorizza le innumerevoli risorse della tradizione umanistica e allo stesso tempo offre strumenti innovativi di studio a chi vuole apprendere gli insegnamenti metodologici universali dei grandi umanisti del passato e del presente.

Il Nuovo Sito è stato concepito per funzionare come veicolo di:

a) Informazione sulla metodologia e sui progetti a cui lavora l’Istituto.
Il Sito offrirà una documentazione sempre più ampia su: chi siamo, che cosa abbiamo fatto, quali i sono i progetti in corso e che intendiamo sviluppare, quali partner hanno già lavorato con noi e quali vorremmo coinvolgere nei nuovi progetti, quali possono essere i nostri utenti, come accedere ai nostri servizi, come collaborare con noi.
Attraverso il Sito i visitatori potranno conoscere:
- i temi metodologici, gli autori e i testi classici che sono assunti ad oggetto di studio dai nostri sistemi cognitivi elearning,
- le molteplici competenze che si possono acquisire attraverso questi sistemi,
- le modalità per fruirli, per collaborare alla loro implementazione, e persino per co-produrli.
Inoltre potranno studiare sia i progetti che l’Istituto ha già completato in trent'anni di collaborazioni - con gruppi di insegnanti e studenti, con dipartimenti universitari e con istituzioni teatrali - sia quelli che ha avviato ma non ancora completato, sia, ancora, quelli che intende sviluppare nei prossimi anni.
Il Sito permetterà infatti di dare un’informazione sempre aggiornata sullo stato di sviluppo e implementazione dei nostri progetti, in particolare dei sistemi e-learning, segnalando ai potenziali sostenitori e partner quanto manca in termini di risorse, tempo, lavoro per il completamento di ciascun titolo previsto.
Il Sito servirà anche a far conoscere le funzionalità della nuova «piattaforma ipermediale e-learning» che ci permetterà di realizzare e distribuire i nostri innovativi sistemi di studio rivolti al mondo educational, dalla scuola di base fino alla formazione post universitaria. Grazie a progressivi aggiornamenti dell’architettura metodologica e tecnologica, la piattaforma è stata ottimizzata per far funzionare i nostri sistemi esclusivamente online, per sfruttare al meglio le potenzialità della rete internet, per sollecitare le capacità cognitive dei fruitori a elaborare nuove informazioni stabilendo connessioni intelligenti tra le informazioni memorizzate (le informazioni acquisite viaggiando nei nostri sistemi, e le informazioni già in loro possesso).
Il Sito permetterà di diffondere la nostra metodologia non soltanto per come essa rivoluziona i sistemi di apprendimento sia tradizionali che e-learning, ma anche per come essa consente di valorizzare i tesori noti e meno noti della tradizione umanistica. Attraverso gli esempi e i progetti presentati nel Sito, i visitatori potranno osservare come ogni nostro sistema di studio sia articolato in una «rete di correlazioni» tra una pluralità di «testi artistici potenziali oggetto di studio» e una pluralità di «metatesti scientifici potenziali strumenti di studio», e sia perciò adatto a supportare programmi avanzati di formazione e didattica, specializzazione e perfezionamento in campo umanistico.
Visitando il Sito si potrà infatti comprendere come sia possibile convertire un «testo classico» - o «l’intera opera di un autore classico» - in un «Laboratorio di studio interdisciplinare delle competenze artistiche e scientifiche che vi sono racchiuse»; le medesime straordinarie capacità analitiche e progettuali con cui l’autore ha creato i suoi capolavori immortali.
Nel Sito i nostri potenziali utenti scopriranno come l’Istituto, indagando e narrando relazioni implicite tra le opere dei grandi umanisti del passato e del presente, identificando ed esplicitando principi di narrazione e composizione condivisi tra racconti di ogni tempo e luogo, rendendo i più grandi autori classici tutor virtuali degli autori del futuro, abbia potuto ideare e realizzare servizi rivoluzionari, altrimenti non ottenibili, che finalmente potranno dare un senso nuovo all’abusata espressione «valorizzare il patrimonio di risorse artistiche del nostro paese».
In questo modo - mostrando esempi e progetti relativi alla nostra attività - il Sito potrà convincere anche i potenziali partner produttivi che i nostri sistemi sono il mezzo più adatto per far sì che dalla ricchezza lasciata in eredità dalla tradizione umanistica possa nascere nuova ricchezza per le generazioni presenti e future.

b) Formazione e didattica, per insegnanti, studenti, autori, attraverso la distribuzione online di tutti i progetti ipermediali sviluppati e adattati alla nuova piattaforma elearning, parte integrante del Sito stesso.
All’apertura del Sito sarà visionabile - in forma di demo per tutti i visitatori, e interamente navigabile solo su invito - il sistema di studio ipermediale e-learning dedicato al capolavoro immortale di William Shakespeare Romeo and Juliet.
I fruitori potranno osservare come esso non sia riducibile a una serie di lezioni per studiare un unico oggetto, e neppure a una una serie di oggetti da studiare secondo un unico punto di vista.
Al contempo potranno scoprire:
- come il sistema si sviluppi attraverso l’interrelazione tra una molteplicità di punti di vista scientifici e una molteplicità di oggetti artistici,
- e come produca un reticolo di relazioni tra documenti preesistenti (fonti, versioni, traduzioni, illustrazioni, messe in scena, riscritture e varianti implicite ed esplicite), che, al valore informativo delle risorse, aggiunge quello delle relazioni tra di esse.
Le lezioni che compongono il sistema sono «meta-iper-testi», cioè testi scientifici in forma narrativa che parlano di relazioni tra testi artistici: cioè di quelle connessioni altamente informative, ma non immediatamente percepibili, che possono essere identificate in base ai principi di narrazione e composizione condivisi tra le articolazioni del capolavoro shakespeariano e con racconti, in ogni forma mediale, implicitamente ispirati ad esso.
Di qui la possibilità di trasformare il testo shakespeariano in un Laboratorio di studio di «come Shakespeare ha narrato e composto un suo capolavoro». Apprendendo maieuticamente le straordinarie soluzioni presenti nel progetto shakespeariano, gli utenti del sistema potranno infatti imparare «come» comporre testi in forma letteraria e drammaturgica, come metterli in scena, come riconoscere la lezione shakespeariana in autori contemporanei che l’hanno fatta propria, e quindi anche imparare, da quel testo, come leggerne altri.
Attraverso questo prototipo, gli utenti potranno sperimentare come, assumendo ad oggetto di studio un’opera di valore universale come Romeo and Juliet, si possano insegnare principi di narrazione, di composizione (letteraria, musicale, pittorica), di messa in scena (teatrale e cinematografica) che, per la loro validità generale, travalicano il testo stesso e possono essere impiegati per lo studio di altre opere dello stesso autore o di altri autori.
Il sistema dedicato a Romeo and Juliet va infatti considerato come il prototipo di una nuova generazione di sistemi di studio avanzati, adeguati a supportare lo studente - ma anche l’insegnante e l’autore - che voglia impadronirsi dei complessi meccanismi di funzionamento dei testi artistici. Questi sistemi sono costruiti per far scoprire e per raccontare all’utente quali e quante correlazioni ogni testo artistico richieda di inseguire per poter svelare la propria complessa architettura: correlazioni sia tra le parti che lo compongono, sia con altri testi che ne condividano principi di narrazione e composizione.

Il Sito permette di mostrare, con esempi e lezioni introduttive, come i nostri sistemi raccolgano e moltiplichino le competenze dei grandi autori e studiosi che sono stati adottati come «tutor virtuali», integrandole in una forma reticolare che consente di fondere i concetti separati di: lezione in aula e lezione su manuale, testo teorico e testo antologico, corso di studi e biblioteca.
I nostri sistemi assumono ad oggetto di studio «principi universali di narrazione, composizione e messa in scena», insegnando a identificarli e a riconoscerli come «criteri di correlazione» tra i testi classici di ogni tempo e luogo. In questo modo gli utenti possono intraprendere «viaggi intra- e inter-testuali» che li arricchiscono, al contempo, di nuove «conoscenze» e di nuove «competenze», di nuovi oggetti da studiare e di nuovi punti di vista per studiarli.
In questa prospettiva il Sito promuove, indirettamente, gli innumerevoli testi classici correlati tra loro nei viaggi ipertestuali, supportando così le biblioteche, i musei, gli editori e i distributori che vogliano continuare a rendere quei testi disponibili, in qualunque modalità, a nuovi potenziali e motivati fruitori.

Il Sito verrà inaugurato con una serie di presentazioni mirate, sia online che offline, organizzando eventi in cui verrà mostrato, in una lezione-spettacolo, il funzionamento del prototipo dedicato a Romeo and Juliet.

Con i primi contributi, e impegnando le sole risorse umane dell’Istituto - potremo:
- realizzare la prima grande implementazione del nuovo Sito;
- implementare la prima versione del prototipo dedicato a Romeo and Juliet, aggiungendo, al corso di narrazione, lezioni di messa in scena, di composizione letteraria e di composizione visiva;
distribuire, attraverso il nuovo Sito, il prototipo Romeo and Juliet, raggiungendo i primi utenti selezionati con i partner interessati ad avviare con noi un’esperienza pilota sul territorio di loro pertinenza. Per la distribuzione ci avvarremo di un server dedicato e della la banda larga necessaria per consentire l’accesso ad una vasta utenza;
- dare avvio all’aggiornamento continuo della documentazione multimediale prevista nel Sito, relativa alla metodologia, alle ricerche, ai progetti sviluppati e alle attività in corso;
dare avvio ad un Magazine digitale, (da segnalare con una newsletter e offrire a tutti gli iscritti) sia per promuovere il Sito e i servizi offerti attraverso di esso, sia per creare e fidelizzare una comunità di utenti educational;
- preparare per il canale YouTube dell’Istituto: lezioni, demo, presentazioni multimediali, da collegare al Sito per offrire numerose e articolate risposte agli interrogativi suscitati dal Sito stesso;
aprire e curare account su social network per sollecitare gruppi di potenziali utenti a interessarsi a specifici temi trattati nel Sito;
- dare avvio a un gruppo di studio che, ricercando e adattando nuove soluzioni hardware e software, curi il continuo aggiornamento tecnologico della piattaforma da noi elaborata per il Sito e i sistemi e-learning ipermediali, testandola e potenziandola in relazione ai diversi sistemi operativi e dispositivi di fruizione, sia mobili che fissi, in continuo mutamento;
- iniziare la traduzione in lingua inglese delle parti principali del Sito;
- offrire inviti a una lista di utenti selezionati - tra i molteplici soggetti potenzialmente interessati a conoscere una grande novità per il mondo educational - affinché possano testare il primo prototipo, dedicato a Romeo and Juliet (in sei mesi almeno 1000 potenziali enti partner, o sostenitori, o promotori potrebbero essere in grado di valutare la qualità della nostra proposta);
- realizzare iniziative - informative, promozionali e formative - esterne al Sito per promuovere e supportare le attività che si svolgeranno attraverso il Sito. Preparare inviti e demo, e inviarli a radio, tv, giornali, siti e blog per illustrare, tra l’altro, il nostro programma shakespeariano da sviluppare tra il 2014 e il 2016, rispettivamente anniversari della nascita e della morte del grande drammaturgo. Organizzare, durante il primo anno delle celebrazioni internazionali per i 450 anni dalla nascita di Shakespeare, la prima presentazione - in streaming - del prototipo dedicato a Romeo and Juliet;
- ricercare partner, sostenitori e promotori che ci possano affiancare nell’attuazione del punto successivo (punto 1) di questo progetto. Tra questi, un partner universitario o teatrale europeo che ci aiuti a tradurre l’intero primo prototipo, dedicato a Romeo and Juliet, in cambio del diritto d’uso per i propri utenti, studenti e docenti. E’ importante presentare il prototipo nei paesi di lingua inglese, durante i tre anni di celebrazioni shakespeariane, al fine di creare partnership produttive per gli ulteriori titoli shakespeariani che svilupperemo dopo Romeo and Juliet;
- ricercare occasioni internazionali di incontro in cui presentare sia il primo prototipio che il programma di titoli che seguiranno ad esso, al fine di creare nuove partnership: intervenire in appuntamenti nazionali e internazionali dedicati a l’e-learning, all’editoria elettronica, alla didattica e alla formazione in ambito umanistico.
- preparare un workshop universitario sulla nostra proposta per l’elearning, assumendo come caso da analizzare il prototipo Romeo and Juliet. Organizzando seminari intensivi e lezioni magistrali potremmo avviare collaborazioni accademiche sia allo scopo di gestire corsi di specializzazione post laurea, per formare autori e implementatori di sistemi e-learning ipermediali, sia per convincere potenziali partner, europei e internazionali, a presentare con noi una richiesta di finanziamento all'unione europea (punto 2) per l’estensione del progetto a partner e utenti in ambito sovranazionale.