vai alla home del sito

 


La mostra Roberto Rossellini Arte e Scienza dell'Umanesimo

PresentazioneLe storie di un umanistaL'ingegno di un umanistaLo studio di un umanistaLe invenzioni di un umanistaGli insegnamenti di un umanistaStorie dell'umanesimoScheda Tecnica per l'attuazione della mostra

Scheda tecnica per l'attuazione della mostra

(non include le iniziative presso la msotra)

1. Materiali che compongono l’allestimento

a. Sezione fotografica

110 fotografie
120 didascalie
20 titoli
20 ca. grandi pannelli per l’esposizione
faretti per l’illuminazione

Le foto sono 110 (ammontare massimo), misurano 100x100 cm oppure 100x135 cm. Stampate per la maggior parte a colori, montate su supporto rigido (forex) e plastificate, sono posizionate su grandi pannelli autoportanti rivestiti di iuta e con montanti di legno antichizzati. Ciascuna foto è applicata sui pannelli grazie a sottili guide di legno. L’illuminazione è parte delle strutture portanti e consiste in faretti direzionali alternati a 1 m. l’uno dall’altro.
Le foto sono allestite secondo un criterio narrativo:
1. le storie esemplari
2. gli studi, le ricerche le esplorazioni
3. le tecnologie e le invenzioni
4. L’insegnamento
5. raccontare e ricreare l’Umanesimo

b. sezione multimediale

8 stazioni multimediali allestite in strutture di legno antichizzato in stile rinascimentale
8 computer e 8 monitor 20’’
8 sistemi di amplificazione audio ciascuno dotato di numerose cuffie per gli utenti
sedili per i fruitori di ogni postazione
8 pannelli informativi

c. Studio dell’umanista

1 monitor 32” rivestito di legno antichizzato + 1 lettore dvd + 1 disco dvd video per presentare a ciclo continuo la videogalleria degli umanisti inquilini ideali dello studio
numerosi sedili in legno per favorire la fruizione del video
due tavoli fratino
una credenza rinascimentale
uno scrittoio rinascimentale
6 sedie rinascimentali
una poltrona rinascimentale in legno da studio
una poltroncina in legno tipo savonarola
un tavolo da pittore con cassetti pieni di colori in polveri
due cavalletti, uno da pittore e uno da architetto
4 bacheche in legno con squadre e con decine di disegni, bozzetti e progetti riprodotti su carta da disegno antichizzzata di grande formato
due librerie a parete di cui una piena di libri finti e una di libri veri annotati, in parte aperti, dalla biblioteca di Rossellini
una cassapanca
una griglia in legno da soffitto per rotoli piena di progetti arrotolati
un lampadario in ferro battuto e candele
decine di utensili e accessori (strumenti ottici, chimici, da pittore, armille, mppamondo, canocchiale ...)
numerose teche fissate sui tavoli o posizionate autonomamente come arredi della stanza ontenenti libri annotati, bozzetti, appunti e copioni varianti per mostrare la genesi di un progetto rosselliniano
un computer + monitor rivestiti in legno a comporre un leggio con libro elettronico per presentare le rubriche enciclopediche di Rossellini in formato digitale

d. sala dei trucchi e delle invenzioni
1 monitor 19’’
1 telecamera
1 cavalletto
tre strutture portanti
tre pannelli informativi
un elemento divisorio artistico/decorativo in legno
3 pannelli/espositori
fotografie di set e simulazioni tridimensionali

2. Ipotesi di allestimento

La mostra è stata progettata in modo che i materiali che la compongono possano agevolmente adattarsi come moduli a diversi spazi espositivi. Inoltre qualora l’ente ospitante non possieda lo spazio adatto per tutta l’estensione della mostra fotografica potrebbe optare o per una versione più ridotta o per la sola sezione multimediale + lo studio e la stanza dei trucchi. Anche i seminari e la retrospettiva tematica richiedendo una sala per conferenze e videoproiezioni attrezzata possono essere ospitate in uno spazio separato ma contiguo a quello espositivo o ospitate in forma videoregistrata in un monitor di una apposita postazione da collocare nella mostra stessa. per acquistare una o più sezioni della mostra piuttosto che la mostra completa così come è stata realizzata in occasione dell’allestimento (dal 9 febbraio al 1 Aprile) al Museo in Trastevere a Roma.

3. Cosa fornisce la Fondazione Rossellini

Tutte le fotografie e le relative didascalie e titoli, i rivestimenti per i pannelli espositori, le guide e l’illuminazione.
I dvd con i film.
Tutte le scenografie, gli arredi, le teche, le stazioni multimediali, i computer e i monitor.
L’impaginato del depliant-guida, del programma e della locandina della mostra pronti per la stampa, per promuovere l’iniziativa.
L’audioguida da duplicare per accompagnare i visitatori nella visione della mostra.
Il trasporto di tutti i materiali (eventuali difficoltà, dovute a casi fortuiti e non prevedibili, nell’effettuazione del trasporto da parte della Fondazione saranno comunicate con sufficiente anticipo in modo da poter ovviare di concerto).
Il personale tecnico per l’allestimento e lo smontaggio della mostra.
La preparazione di 1-2 guide che accompagnino i visitatori della mostra.
L’organizzazione e la realizzazione degli eventi e dei seminari previsti durante il periodo di esposizione della mostra all’interno dei medesimi spazi (qualora la sala in cui vengono proiettati i film sia ritenuta troppo piccola per gli incontri e i seminari in programma, l’ente committente si occuperà di individuare uno spazio alternativo).

4. Cosa fornisce l’ente promotore

Lo spazio espositivo.
La stampa di materiali promozionali forniti dalla Fondazione (depliant-guida, programma, locandina).
La promozione dell’iniziativa.
Il personale di accoglienza dei visitatori e le eventuali guide.
Il personale per la sorveglianza.
L’assicurazione dei materiali.
Il pernottamento per due membri della Fondazione in occasione dell’inaugurazione, dei seminari o se richieste le visite guidate (più eventuali ospiti d’eccezione in occasione di particolari eventi).
La sala attrezzata per seminari e videoproiezioni della retrospettiva tematica.
L’ospitalità degli scenotecnici per il tempo necessario all’allestimento.