vai alla home del sito


I servizi aggiuntivi alla distribuzione della Polienciclopedia Umanistica Rosselliniana


Il progetto di collaborazione con gli enti partner include anche:

a) la realizzazione delle prime “Botteghe degli Umanisti” presso sedi fisiche adeguatamente attrezzate per la fruizione, lo studio e lo sviluppo a livello locale. Ogni Bottega offrirà quattro tipologie di servizi, sia locali sia virtuali (online):

- il “Laboratorio di progettazione e sviluppo di sistemi e-learning per diffondere gli insegnamenti metodologici dei grandi umanisti”, a partire dalla implementazione della PoliEnciclopedia Umanistica Rosselliniana per portarla alla versione 1.0 distribuibile come prodotto e servizio per il mondo educational;

- la “Scuola di specializzazione e perfezionamento umanistico” per studiosi interdisciplinari e narratori multimediali, che offrirà corsi rivolti sia ai laureandi e laureati, sia a studenti e studiosi, autori e docenti in ambito internazionale, anche organizzando seminari intensivi residenziali presso la “Bottega”. L'attivazione di questo nuovo servizio è prevista in concomitanza con il completamento della versione 1 della Polienciclopedia, per offrire sia un'opportunità di specializzazione in ambito umanistico basata sulle modalità di impiego e implementazione della Polienciclopedia, sia una formazione adeguata per collaborare alle attività del Laboratorio, e in particolare proprio all'implementazione della Polienciclopedia Umanistica e della correlata Mediateca di Risorse umanistiche (vedi oltre);

- la “Mediateca delle risorse umanistiche” per l’accesso ai documenti digitali integrali dei grandi umanisti del passato e del presente” promossi dalla Polienciclopedia Umanistica. Tutte le risorse correlate nella rete degli insegnamenti dei grandi umanisti, rappresentata dalla Polienciclopedia, saranno raccolte in forma digitale e rese disponibili attraverso questo servizio aperto a studenti e studiosi, che supporterà in particolar modo ricerche e progetti che contribuiranno ad espandere la Polienciclopedia Umanistica.

- il “Museo della Tradizione Umanistica”, per esplorare le relazioni tra le ricerche e i progetti dei grandi umanisti del passato e del presente, sia attraverso una collezione digitale permanente (integrazione tra il fondo digitale Rossellini, da completare, e archivi digitali di altri grandi umanisti messi a disposizione da fondazioni e musei internazionali interessati a collaborare a questo progetto per una reciproca promozione) sia mediante una serie di esposizioni temporanee collegate ai seminari e ai convegni realizzati dalla “Bottega”. Questo sarà l'ultimo servizio ad essere attivato. Attraverso di esso i risultati di tutta questa complessa impresa potranno essere condivisi con il pubblico più vasto, presentati sotto forma di allestimenti, spettacoli e postazioni interattive. Il museo verrà aperto con una nuova versione aggiornata della Mostra Roberto Rossellini Arte e Scienza dell'Umanesimo realizzata nell'anno del Centenario rosselliniano;

b) la realizzazione di una serie di “Botteghe Umanistiche Virtuali”, sedi di fruizione della “Polienciclopedia Umanistica Rosselliniana” presso enti educational sostenitori del progetto (Scuole, Biblioteche etc). Ogni ente che sosterrà (economicamente o con propri fondi umanistici importanti) la realizzazione e la distribuzione della Polienciclopedia e dei servizi basati su di essa, potrà candidarsi a divenire depositario della Polienciclopedia ed erogatore dei servizi connessi ai propri utenti; potrà quindi aprire una Bottega Virtuale, sul modello di quelle fisiche create presso le sedi degli enti Partner e dare il proprio contributo alla diffusione di quanto via via sviluppato. Le botteghe virtuali saranno assistite online dai curatori del Sistema Polienciclopedico, e saranno gestite da responsabili degli enti educational sostenitori adeguatamente formati; di conseguenza potranno organizzare i servizi - scuola, mediateca e museo - sia interamente online, oppure investendo risorse per creare, presso le proprie sedi, spazi attrezzati per offrire gli stessi servizi anche offline. In questo modo anche una piccola biblioteca di una città che abbia contribuito al completamento del sistema polienciclopedico potrà divenirne depositario ed erogatore senza necessariamente possedere uno spazio apposito e attrezzato (oltre le postazioni necessarie per l'accesso ai servizi online) e senza ulteriori investimenti; al contempo grandi Musei o Istituti Universitari in grado di compiere ulteriori investimenti potranno dedicare spazi e sezioni apposite per questo nuovo servizio, creando strutture analoghe alle Botteghe fisiche allestite presso gli Enti Partner che contribuiranno al completamento del Sistema Polienciclopedico.

c) la realizzazione di una rete di distribuzione nazionale e internazionale di servizi educational basati sulla “Polienciclopedia Umanistica Rosselliniana” presso sedi territoriali educational (scuole, biblioteche, istituti di cultura etc). Attraverso la Polienciclopedia e le Botteghe, fisiche e virtuali, tutti gli enti partner in ambito internazionale potranno offrire alle istituzioni culturali e educative sostenitrici presenti sul proprio territorio la possibilità di avvalersi di questi innovativi strumenti di supporto per lo studio e la ricerca, per la formazione e l'apprendimento.